Pesaro, olio tartufato senza traccia di tartufo: sequestri e maxi multa

sequestro_olio_tartufo_chimico

PESARO – Olio al tartufo, ma senza alcuna traccia di tartufo: frode alimentare smascherata dai carabinieri forestali di Pesaro al temine di un’indagine presso la grande distribuzione.
I prodotti erano commercializzati con etichette che enfatizzavano, con parole e immagini, la presenza del prezioso tubero all’interno dell’olio, ma l’aroma utilizzato era una sostanza aromatizzante che, ai sensi del Reg UE n. 1334/2008, è “una sostanza chimica definita con proprietà aromatizzanti”. Si tratta del bis-metiltiometano, un’essenza naturalmente presente nel tartufo, ma ottenuta per sintesi artificiale attraverso un passaggio della lavorazione del petrolio.
Le indagini, condotte dal Nipaaf (Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale) del Gruppo Carabinieri Forestale di Pesaro e Urbino, si sono sviluppate in un territorio di elezione per la produzione del tartufo ed hanno interessato la tracciabilità dei prodotti rinvenuti sugli scaffali della Grande Distribuzione. Gli investigatori hanno accertato la mancanza della necessaria trasparenza al fine di evitare di ingenerare nel consumatore il convincimento di acquistare qualcosa di diverso rispetto a quanto percepito. La condotta dei produttori e dei confezionatori delle etichette, infatti, configura pubblicità ingannevole e integra il reato di frode nell’esercizio del commercio, punito con la reclusione o la multa per chi consegna all’acquirente una cosa per origine, provenienza o qualità diversa da quella pattuita o dichiarata.
Il Nucleo Investigativo ha operato 6 sequestri, tutti convalidati dalla Procura della Repubblica di Pesaro, elevando sanzioni amministrative per oltre 20.000. I sequestri hanno interessato numerose bottiglie di olio al tartufo, pertinenti a 4 marchi, evitando che la frode si perpetrasse a danno di ulteriori consumatori. Le ditte interessate, per conto dei responsabili iscritti nel registro degli indagati, stanno già provvedendo a modificare le etichette dei prodotti. I prodotti commercializzati non sono pericolosi per la salute poiché le sostanze aromatizzanti sono sicure e disciplinate a livello comunitario e nazionale. La grande distribuzione non è coinvolta in alcun modo nella frode.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. Leggi di più

COOKIES POLICY
Per far funzionare bene questo sito, a volte installiamo sul tuo dispositivo dei piccoli file di dati che si chiamano “cookies”. Anche la maggior parte dei grandi siti fanno lo stesso.

Cosa sono i cookies?
Un cookie è un piccolo file di testo che i siti salvano sul tuo computer o dispositivo mobile mentre li visiti. Grazie ai cookies il sito ricorda le tue azioni e preferenze (per es. login, lingua, dimensioni dei caratteri e altre impostazioni di visualizzazione) in modo che tu non debba reinserirle quando torni sul sito o navighi da una pagina all’altra.

Come e quali cookie utilizziamo?

WordPress
Cookie di sistema

Google Analytics
Sistema di statistiche
http://www.google.com/intl/it_ALL/analytics/learn/privacy.html

Come controllare i cookie?
Puoi controllare e/o verificare i cookie come vuoi – per saperne di più, vai su aboutcookies.org. Puoi cancellare i cookie già presenti nel computer e impostare quasi tutti i browser in modo da bloccarne l’installazione. Se scegli questa opzione, dovrai però modificare manualmente alcune preferenze ogni volta che visiti il sito ed è possibile che alcuni servizi o determinate funzioni non siano disponibili.

Chiudi